La Risonanza Magnetica nella sordità neurosensoriale improvvisa. Tempo di parlarne.

AJNR Am J Neuroradiol. 2017 Aug;38(8):1475-1479. doi: 10.3174/ajnr.A5230. Epub 2017 May 25.

Conte G1Di Berardino F2Sina C3Zanetti D2Scola E3Gavagna C3Gaini L4Palumbo G5Capaccio P4Triulzi F3,6.

La sordità neurosensoriale improvvisa viene definita come la perdita di udito acuta di tipo neurosensoriale di almeno 30 decibel su 3 frequenze contigue che si manifesta entro 72 ore. Sebbene siano stati proposti diversi fattori causali, la perdita di udito neurosensoriale è ancora oggi considerata idiopatica nel 71-85% dei casi, e le terapie sono empiriche, non basate sulla eziologia. La risonanza magnetica con sequenze 3D FLAIR ha favorito nuove evidenze sull’eziologia della sordità neurosensoriale improvvisa. In questo lavoro noi raccontiamo il trattamento attuale dei pazienti con sordità improvvisa, dalla diagnosi clinica iniziale alle strategie terapeutiche ed al work-up diagnostico. Noi abbiamo posto l’attenzione principalmente sulla valutazione RMN ed abbiamo discusso la rilevanza che i riscontri radiologici della RMN potrebbero avere per la cura del paziente, identificando prospettive diverse per la ricerca clinica futura.

Please follow and like us:
error

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.