Adenoidectomia endoscopica nei bambini affetti da otite media effusiva e ipoacusia lieve.

Clin Exp Otorhinolaryngol. 2016 Mar;9(1):33-8. doi: 10.21053/ceo.2016.9.1.33. Epub 2016 Mar 7.

Il trattamento chirurgico dei bambini affetti da otite media cronica effusiva (OME) include il drenaggio transtimpanico o l’adenoidectomia, da sola o associata alla miringocentesi con inserzione di tubo. Lo scopo dello studio è stato quello di comparare l’efficacia della adenoidectomia endoscopico-assistita transorale con microdebrider e l’adenoidectomia tradizionale nel trattamento dei bambini affetti da ipoacusia lieve dovuta all’OME ed all’adenoidite cronica.

Lo studio controllato, prospettico, in doppio cieco, ha coinvolto 120 pazienti di età variabile tra i 4 ed i 12 anni, i quali sono stati randomizzati 1:1 per essere sottoposti ad adenoidectomia endoscopica transorale vs adenoidectomia tradizionale in anestesia generale. Tutti i pazienti sono stati sottoposti a valutazione ORL, comprendente fibroscopia rinofaringea, otoscopia pneumatica, otomicroscopia, timpanometria, audiometria tonale sovraliminare, all’arruolamento, e tre e nove mesi dopo l’intervento.

Non sono state osservate differenze significative in età e sesso tra i due gruppi. Entrambe le procedure hanno portato ad un miglioramento significativo nella pervietà coanale (p<0.01) ed in tutti i parametri otologici ed audiologici (p<0.01) 3 e 9 mesi dopo l’intervento, sebbene l’endoscopia rinofaringea abbia mostrato che la percentuale media di ostruzione residua coanale risultava significativamente inferiore nel gruppo sottoposto ad adenoidectomia endoscopica (p=0.02). Non è stata osservata differenza significativa nei due gruppi nella percentuale di bambini con modificazioni della membrana timpanica, ma la prevalenza di bambini con timpanogramma B nel postoperatorio risultava significativamente inferiore nel gruppo sottoposto ad adenoidectomia endoscopica dopo 3 e 9 mesi (p=0.05 e p=0.02), così come la percentuale di bambini con ipoacusia trasmissiva lieve (p<0.01 e p p<0.01).

Sebbene entrambe le tecniche siano efficaci nel curare i bambini affetti da ipoacusia trasmissiva lieve dovuta all’ipertrofia adenoidea ed all’otite media effusiva, la tecnica endoscopica transorale con microdebrider garantisce una riduzione maggiore del tessuto adenoideo residuo e migliori risultati audiologici.

Please follow and like us:
error

2 pensieri su “Adenoidectomia endoscopica nei bambini affetti da otite media effusiva e ipoacusia lieve.

  1. grazia vicari

    Buonasera, due volte l’anno in accordo con il mio otorinolaringoiatra provvedo alla rimozione del cerume sempre abbondante purtroppo. Cosi da quattro/cinque anni. Quest’anno mi è capitato di sentire un odore cattivo dal mio orecchio sinistro, pensavo fosse colpa del cerume. Ma dopo l’estrazione del cerume e una accurata pulizia con acqua calda e sapone (ero disgustata dall’odore) mi accorgo che l’odoraccio rimane. Mai successo! Non riesco a contattare il mio otorino perchè all’estero per un paio di settimane. Cosa mi succede? Cosa può essere? E cosa fare oltre alla pulizia che nn basta più? E’ successo già a qualcuno? Una risposta sarebbe molto gradita. Grazie

    1. Car.ma Grazia,
      l’odoraccio fa pensare ad una semplice infezione del condotto uditivo esterno meritevole di una medicazione auricolare e di una terapia antibiotica topica (ad esempio Exocin collirio) o sistemica (per bocca).
      Cordialmente,
      Prof. Capaccio

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.